About me (eng/ita)

Hi, I’m Giacomo Vicenzi [ʤaˈkoːmo viˈʧɛːnʦi]. I’m male, 21 years old, and I study Computer Science at university, 2nd year. In the free time, I like to be a roleplayer.

I started roleplaying at the age of 14-15 with D&d. I used to design RPGs since that moment till today (but my first games were just a mash-up of rules, nothing really serious). After some years, I started reading other RPG books, like GURPS, but I never played anything else than D&d since 2011: my first non-traditional game has been Geiger Cunter; later in the year I tried many other RPGs, like A Penny for my Thoughs, Kagematsu, A Taste for Murder, Contenders, 1001 Nights and others. In November 2011, I finally decided to change my style and, understanding the new games I was playing, I started working more seriously on my owns. I edited an old game I was working on since 2009-2010, called Dread, making it totally over. Now even its name has changed, it’s Steps in the Shadows (and it’s still a work in progess). In 2012, I took part in Game Chef, which has been pretty awesome and I’m proud of my results: Burning Opera became a runner-up and Guilty! was in the top 10 list of the italian submitted games.

And now here I am, ready to get to the bottom of my projects and my dreams! ^^

 

Ciao, sono Giacomo Vicenzi, ho 21 anni e studio informatica al secondo anno di università. Nel tempo libero gioco di ruolo.

Ho iniziato a giocare ai GdR all’età di 14-15 anni, con D&d. Mi è sempre piaciuto inventare giochi di ruolo da quel momento sino ad oggi (ma i miei primi GdR erano solo un mix di regole, niente di serio). Dopo qualche anno, ho iniziato a leggere altri manuali come quello di GURPS, ma ho sempre e solo giocato a D&d fino al 2011: il mio primo gioco non-tradizionale è stato Geiger Counter. Più tardi ho provato molti altri giochi, come Un Penny per i miei Pensieri, Kagematsu, Il Gusto del Delitto, Contenders, le 1001 Notte, e altri. Nel novembre del 2011 ho finalmente deciso di cambiare il mio stile e dopo aver compreso meglio i giochi ai quali avevo giocato, ho iniziato a lavorare seriamente sui miei. Ho modificato un vecchio gioco sul quale stavo lavorando dal 2009-2010, noto col nome di Dread, cambiandolo completamenteOggi l’ho persino ribattezzato: si chiama Steps in the Shadows (letteralmente “passi nelle ombre“), ed è ancora in fase di sviluppo. Nel 2012 ho partecipato al Game Chef, che è stato veramente divertente, e sono orgoglioso dei risultati che ho ottenuto: Burning Opera è diventato uno dei runner-up (sostanzialmente quelli che per pochi punti non sono arrivati in finale, ma sono comunque degli ottimi candidati per una futura pubblicazione) e Colpevoli! è finito nella top 10 dei giochi italiani che sono stati inviati.

E ora sono qui, pronto ad andare fino in fondo con i miei progetti e i miei sogni! ^^

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s